Mamma Ciota e la piccola Gioia.

 

 

Quando si parla di maltrattamenti ci si aspetta sempre il peggio ma spesso, nonostante le vicende passate, si riesce a rimanere ancora senza parole davanti alla crudeltà umana.
Mamma Ciota ha visto l’inferno! Viveva in alcune grotte insieme ad altre mucche, tenute chiuse, senza acqua e cibo e completamente al buio, abbandonate a loro stesse.

Unica superstite, è stata sequestrata dalle forze dell’ordine e portata da noi su richiesta delle volontarie ecozoofile dell’ANPANA le quali, tutt’oggi, portano avanti il processo per poter avere definitivamente la loro custodia.

Gioia è nata in seguito, quando la mamma era già al sicuro in un altro posto.

Quando sono arrivate da noi, la piccolina aveva qualche mese e non sembrava vero, per loro, sentire finalmente aria di libertà.
La mamma aveva un problema alla zampa e all’occhio, magra e affamata.

Entrambe spaventate, hanno cercato piano piano di fidarsi di quelle mani che volevano solo accarazzere e non fare del male.
Ora sono le due compagne di Dodo, le sue femmine preferite e insieme formano l’inseparabile trio!